ANSA ULTIM'ORA

Salice (Pn) – 200 studenti per parlare di endometriosi. Manente “Patologia subdola e devastante, giusto sensibilizzare”

febbraio 5th, 2018 | by redazione
Salice (Pn) – 200 studenti per parlare di endometriosi. Manente “Patologia subdola e devastante, giusto sensibilizzare”
Eco News
0

SACILE (PN) – In Italia sono affette da endometriosi circa il 5% delle donne, per un totale di circa 3 milioni di casi nei vari stadi clinici. Il picco si verifica tra i 25 e i 35 anni, ma la patologia può comparire anche in fasce d’età più basse, motivo per cui negli ultimi tempi c’è grande attenzione anche nella scuola secondaria affinché si parli e si presenti il tema agli studenti. In quest’ottica prosegue il giro dell’Associazione Endometriosi Friuli Venezia Giulia Onlus nelle scuole regionali. La scorsa settimana l’Associazione, con la presidente Sonia Manente  e i volontari, ha fatto tappa all’ITC IPSC Giuseppe Marchesini di Sacile. “Duecento studenti del triennio hanno preso parte al convegno come forte segnale della sensibilità dell’ istituto nei confronti di queste tematiche e dell’associazionismo”, ha commentato il dirigente scolastico Alessandro Basso. “E’ una grande soddisfazione ottenere una partecipazione così attiva degli istituti, e grande attenzione da parte degli studenti”, ha spiegato Manente, la quale ha evidenziato: “Inutile dire che alla base vi è un enorme lavoro di preparazione e di sensibilizzazione su un tema importante di cui si parla ancora troppo poco”. “Il ciclo mestruale fa parte della vita di tutte le ragazze, ma se, fin dal principio, vengono riscontrati dei disturbi specifici, come dolori molto forti all’addome e alla schiena, nausea, vomito o altri che si ripetono ogni mese come disturbi intestinali, urinari o dolori muscolari e rapporti sessuali dolorosi, bisogna rivolgersi a uno specialista e indagare evidenziando in modo più preciso possibile i sintomi. Una diagnosi precoce, infatti, è fondamentale”, ha affermato Francesco Pirrone, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale di Pordenone. “A volte l’endometriosi può anche essere silente, è una patologia subdola e devastante che condiziona profondamente la vita di coppia, sociale e lavorativa della donna. Non è un caso che molte perdano il lavoro, le più giovani anche anni di scuola”, ha aggiunto Manente.  “Un tema come questo non va sottovalutato dato che la malattia colpisce il 10% delle donne in età fertile”, ha sottolineato. “L’occasione è stata molto importante anche per i ragazzi, non solo per le ragazze, per formare gli uomini del futuro, rispettosi della propria compagna, amica, sorella”, ha concluso. L’endometriosi oggi è inserita nell’elenco delle patologie croniche e invalidanti, negli stadi clinici più avanzati (“moderato o III grado” e “grave o IV grado”) riconoscendo a queste pazienti il diritto ad usufruire in esenzione di alcune prestazioni specialistiche di controllo.  Si stimano circa 300.000 esenzioni.

                                                                                                                                                                                                    FEDERICA BOSCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *