ANSA ULTIM'ORA

Roma – Cinzia Tedesco, da Verdi a Dylan, la voce del jazz italiano si racconta

novembre 5th, 2017 | by redazione
Roma – Cinzia Tedesco, da Verdi a Dylan, la voce del jazz italiano si racconta
Zapping
0

Roma- Passione, tenacia e determinazione, in sintesi Cinzia Tedesco stella del jazz italiano. Pugliese, tarantina di nascita, con una laurea in informatica conseguita all’università di Roma, Cinzia da sempre coltiva la passione per la musica, riuscendo solo negli anni della maturità però ad emergere, conquistando un ruolo nel panorama jazzistico italiano. Oggi Cinzia che è considerata una delle voci più quotate del panorama jazzistico italiano ed europeo, ricorda le serata al piano bar con un pizzico di nostalgia mista ad emozione, un sentimento che nella sua voce calda e profonda traspare e tocca le corde del cuore ogni qual volta la Tedesco calca un palcoscenico. Minuta nel fisico, ma con una grande estensione vocale, questa piccola grande donna che nei tratti mediterranei ricorda Mia Martini, ha dovuto lottare e affinare le unghie per emergere.. “Sai come sono riuscita a registrare il mio primo disco con una casa discografica? – racconta al termine di una magica serata milanese dedicata al suo idolo Bob Dylan – ho incontrato la produttrice della Sony e d’impeto, senza pensarci due volte le ho dato un mio CD invitandola ad ascoltare quella voce”. La manager della casa discografica dopo due giorni richiama Cinzia Tedesco per farla registrare e firmare un contratto. “Ho giocato d’azzardo e ho vinto la mia prima vera battaglia – prosegue illuminando il volto con un sorriso- oggi con una band di professionisti giro l’Italia per raccontare l’arte del Jazz e dei suoi protagonisti. Ma la strada è ancora lunga – aggiunge con un velo di emozione – la parte più difficile è farsi accreditare dai media e dalla stampa” Se il pubblico è immediato e riconosce il valore dell’esibizione con un applauso, ottenere visibilità a livello mediatico per una artista jazz è molto più difficile.
Oggi Cinzia,reduce da un tour dedicato al suo idolo Bob Dylan, si prepara alle prossime date già in calendario che la porteranno in Sardegna a fine anno e poi ancora a Roma con un repertorio sempre più variegato che parte dal jazz, ma tocca il soul, fino alla musica classica. L’esperimento di avvicinare la musica classica al jazz con un tributo a Verdi nel 2016 ha funzionato alla perfezione. È stata un’idea vincente che la Tedesco, interprete ma anche musicista e arrangiatrice, ha condiviso con il pianista ed arrangiatore Stefano Sabatini. Un consenso immediato già bissato con il nuovo spettacolo dedicato alla musica di Bob Dylan rivisitata dalla voce calda e dalla grande padronanza scenica di Cinzia Tedesco. Un successo che la voce nuova del jazz italiano condivide con il suo gruppo: Stefano Sabatini, pianista eclettico, Pietro Iodice, batterista di fama internazionale, Luca Pirozzi al contrabbasso che ha saputo dare alla musica jazz e classica un tocco di modernità e Giovanna Famulo al violoncello che con grazia ed eleganza accompagna la Tedesco nei suoi excursus tra musica jazz, classica e moderna.

FEDERICA BOSCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *