ANSA ULTIM'ORA

Roma – Amianto: rinnovati 27 milioni di euro per i malati non professionali. Successo di Sportello Nazionale Amianto e AIEA

novembre 30th, 2017 | by redazione
Roma – Amianto: rinnovati 27 milioni di euro per i malati non professionali. Successo di Sportello Nazionale Amianto e AIEA
Bar Italia
0
Fabrizio Protti presidente Sportello Nazionale Amianto

Fabrizio Protti presidente Sportello Nazionale Amianto

ROMA – Approvato in commissione bilancio il rinnovo dell’opportunità di utilizzo del Fondo Vittime Amianto  anche per i malati non professionali, ovvero coloro che hanno contratto malattie riconducibili all’Amianto se pur non in sede lavorativa. “Si tratta di un risultato importante – spiega Fabrizio Protti presidente dello Sportello Amianto Nazionale promotore della richiesta con AIEA (associazione italiana esposti amianto) per tramite di Valentino Gritta, membro tra l’altro del direttivo del comitato di gestione permanente del Fondo Vittime Amianto INAIL. – E’ una immensa soddisfazione avere raggiunto lo scopo ed assicurare la provvista dei 27 milioni per il prossimo trimestre anche per i malati non professionali. Una vittoria faticosa che ci ha visti strenuamente impegnati in questi mesi a studiare, formulare e combattere. Poter comunicare di avere centrato l’obiettivo ci riempie il cuore di speranza e ci conferma che il nostro lavoro va nella giusta direzione”. L’iniziativa condotta dalle due associazioni con il patrocinio del presidente del Coordinamento Nazionale Amianto  ha di fatto portato Protti e Gritta alla stesura di un dettagliato Ordine del Giorno con carattere di urgenza presentato e proposto alla Presidenza della commissione dalle Senatrice Laura Puppato (PD) membro della Commissione di inchiesta per i reati ambientali connessi al ciclo dei rifiuti e dalla Senatrice Camilla Fabbri (PD) Presidente della commissione di inchiesta per gli infortuni sul lavoro. Questo importante tassello permetterà di mantenere in vigore il provvedimento di stanziamento del fondo di 27 milioni di euro fino al 2020, scongiurando il rischio di decadimento al 31 dicembre 2017 per i malati non professionali e permetterà inoltre l’aumento anche nella quota pro-capite del risarcimento di gestione del comitato permanente INAIL. Parallelamente è stato raggiunto un altro importante successo:  ovvero uno dei due emendamenti autorizza anche lo stanziamento di 1.000.000 di Euro per la messa in sicurezza del sito Officina Grande riparazione ETR di Bologna ora classificato come sito di interesse nazionale.

                                                                                                                                                                                           FEDERICA BOSCO

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *