ANSA ULTIM'ORA

Pavia – “Sport, un’occasione da non perdere”, Un progetto firmato Coni per migliorare la vita carceraria

novembre 26th, 2017 | by redazione
Pavia – “Sport, un’occasione da  non perdere”, Un progetto firmato Coni per migliorare la vita carceraria
Bar Sport
0

PAVIA – “Sport: un’occasione da non perdere” è il titolo dell’incontro che domani, lunedì 27 novembre alle ore 10.30 si terrà presso il Teatro della Casa Circondariale di Pavia, un appuntamento che rientra nel progetto nazionale “Sport in carcere” sviluppato in collaborazione fra il Ministero di Grazie e Giustizia – il CONI e diretto al miglioramento delle condizioni di vita della popolazione carceraria attraverso la pratica e la formazione sportiva. Quello di lunedì sarà un incontro tra sport e detenuti che rappresenta la prosecuzione della collaborazione della Casa Circondariale di Pavia con il CONI Pavia iniziata anche a partire dalle richieste degli stessi detenuti interessati alle attività sportive. Lo sport infatti facilita la vita in gruppo attraverso la sperimentazione di un clima positivo e collaborativo rappresentando un’occasione di crescita, di confronto e di benessere. Esattamente quello che accade alle persone “fuori”. All’incontro saranno presenti: il Delegato CONI Pavia Luciano Cremonesi, il Presidente CONI Lombardia e grande campione di canoa Oreste Perri, il Sindaco di Pavia Massimo De Paoli, l’Assessore allo Sport Comune di Pavia Giuliano Ruffinazzi. Porteranno la loro testimonianza anche: Carlo Recalcati, grande cestista e allenatore di pallacanestro, Paola Pietrobelli, dipendente CONI e referente regionale progetto Sport in Carcere Luisa Pasini, atleta disabile di handbike, e la sua fisioterapista Dott.ssa Angela Scariato. La Direzione della Casa Circondariale, consapevole che la finalità rieducativa della pena che gli è propria, prevista dalla Costituzione Italiana, non può essere perseguita nella sua pienezza se non in concerto con il territorio, promuove il dialogo con il territorio pavese e con l’Amministrazione Comunale in particolare che ha sempre risposto dimostrando vicinanza e collaborando fattivamente anche nell’ottica delle prevenzione della sicurezza sociale. In questo contesto di significato si colloca l’iniziativa del 27 novembre, in cui le Amministrazioni Pubbliche e il mondo dello Sport condividono il comune obiettivo legato alla promozione della crescita della persona. “Un grazie sentito va agli atleti e alla testimonianza viva che ci doneranno consapevoli che l’incontro con l’esperienza degli altri è sempre foriero di cambiamenti”, il commento del delegato Provinciale del Coni Luciano Cremonesi. 

LA REDAZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *