ANSA ULTIM'ORA

Pavia – Con “Pop al Top, i chicchi delle meraviglie”, viaggio tra vino e riso alla scoperta della storia, della cultura e dell’arte del territorio

aprile 13th, 2018 | by redazione
Pavia – Con “Pop al Top, i chicchi delle meraviglie”, viaggio tra vino e riso alla scoperta della storia, della cultura e dell’arte del territorio
On the road
0

Pavia –  Parte da un progetto enogastronomico il rilancio del turismo pavese. Con “POP al TOP – I chicchi delle meraviglie” Coldiretti, in collaborazione con Consorzio vini Oltrepo’, Ascom e Cooperativa progetti, intende promuovere dal punto di vista turistico l’offerta enogastronomica della provincia pavese, puntando alla valorizzazione di due eccellenze produttive del territorio: il riso e il vino.
I cosiddetti “chicchi delle meraviglie” accompagneranno quindi il pubblico in un viaggio che durerà un anno. Un viaggio POP perché i due prodotti sono ampiamente apprezzati sulle tavole di tutti, ma anche un viaggio Al TOP perché intende valorizzare la provincia di Pavia partendo da due prodotti d’eccellenza come il riso Carnaroli da Carnaroli Pavese e i vini Bonarda e Pinot Nero dell’Oltrepò. “ottima iniziativa – il commento di Angelo Ciocca europarlamentare pavese impegnato proprio a Bruxelles a difendere i prodotti italiani nella commissione agricoltura – Per ogni buon calice di vino, per ogni buon piatto di riso ringraziamo agricoltori e ristoratori che sono gli artefici di una grande maestria. In Europa vogliono darci da mangiare gli insetti, uccidendo la nostra straordinaria tradizione enogastronomica. Il mio impegno insieme a voi è di lottare a difesa del nostro Made in italy e del nostro Made in Lombardia”.   “L’agro pirateria per l’Italia pesa 60 miliardi di euro. L’importazione del riso dalla Cambogia è aumentata del 700% in questi anni per colpa dell’Unione europea che ha azzerato i dazi. – rilancia Fabio Rolfi, Assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi di Regione Lombardia –  Le sfide del futuro sono dunque legate alla valorizzazione commerciale dei prodotti lombardi e alla promozione di una nuova cultura dell’alimentazione. Possiamo vincere queste sfide solo se riusciamo a creare un sistema tra produttori, operatori commerciali e istituzioni. All’estero c’è grande attenzione verso la nostra offerta. Dobbiamo puntare a una alleanza tra agricoltura, ristorazione e marketing territoriale per rendere consapevoli consumatori locali e turisti della qualità dei prodotti lombardi. Cercherò personalmente di promuovere i prodotti del nostro territorio nella ristorazione collettiva e di fare in modo che vengano distinti e valorizzati anche all’interno della grande distribuzione. L’Italia deve battere i pugni sul tavolo affinché vengano introdotti a livello comunitario dei dazi sul riso proveniente dal sud est asiatico. La Lombardia produce il 40% del riso nazionale e dietro questa filiera c’è un indotto importante. Non difenderlo significa creare problemi anche di carattere sociale”. Per Silvia Piani, neo assessore alle politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità di Regione Lombardia “Il riso e il vino sono due prodotti d’eccellenza del territorio pavese, che si uniscono in questo progetto importante. Si tratta di un’iniziativa in grado di rilanciare il nostro territorio anche dal punto di vista economico ed occupazionale, perché combina la parte enogastronomica con quella turistica in una visione globale, che va dal campo al piatto e che valorizza le peculiarità e le eccellenze del territorio pavese”.
Prodotti di pregio e di alta qualità, dunque, che tra le mani esperte di chef e ristoratori mostreranno tutta la loro versatilità e nobiltà. Ma POP AL TOP, è molto di più, dalla tavola all’arte, infatti, è anche un viaggio alla scoperta della storia e della cultura del territorio pavese grazie alle esclusive esperienze di visita proposte in 12 location e ristoranti di pregio sparsi per tutta la provincia di Pavia.
Il riso e il vino sono due prodotti antichi, legati alla storia del territorio della provincia di Pavia da tempo immemorabile. Qui il riso è coltivato almeno dalla seconda metà del XV secolo, mentre l’Oltrepò Pavese è considerato zona di vini di qualità sin dai tempi di Roma Antica. Grazie al Progetto POP AL TOP questi due prodotti saranno valorizzati attraverso un nuovo viaggio, che partendo da produzioni agricole d’eccellenza come il riso Carnaroli da Carnaroli Pavese e i vini Bonarda e Pinot Nero permetterà di far conoscere di più e meglio tutta la bellezza del territorio pavese.

Prima tappa domenica 22 aprile a Torre d’Isola con la visita guidata alle 17,30 di Villa Botta Adorno e a seguire alle 19,00 degustazione presso la locanda della Contea risotto di stagione con riso Carnaroli di Carnaroli pavese innaffiato con Pinot e Bonarda. Costo di partecipazione 10 euro. Per prenotazioni Cooperativa Progetti 0382 530150 e [email protected]

FEDERICA BOSCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *