ANSA ULTIM'ORA

Napoli- Stati generali Cdx: Forza Italia rilancia. Acocella “Rinnovare metodi e persone”

luglio 15th, 2017 | by redazione
Napoli- Stati generali Cdx: Forza Italia rilancia. Acocella  “Rinnovare metodi e persone”
A tu per tu
0

Napoli – Centrodestra campano rilancia. Ad un mese dalle elezioni amministrative che hanno evidenziato una inversione di tendenza a favore del centrodestra, in alcune piazze tradizionalmente rosse come Genova, Pistoia e Sesto San Giovanni, a Napoli si scrive il futuro della sezione locale del partito di Berlusconi reduce invece da un risultato elettorale non certo positivo. Un dato  che oggi merita attenzione e che ha spinto il responsabile provinciale della Formazione di Fi di Salerno Vittorio Acocella, alla vigilia degli Stati generali, in programma a Palazzo Caracciolo di Napoli lunedì 17 luglio, a fare una lunga riflessione. “Gli Stati generali sono il primo segnale messo in atto dalla sezione locale di Forza Italia con altri partiti minori per dire ad alta voce che sono attivi e rilanciano – spiega Acocella- un obiettivo comune, ma che a mio avviso presuppone, una premessa fondata su alcuni punti fondamentali.
Quale deve essere perciò a suo avviso il punto di partenza?
Innanzitutto occorre rinnovare i metodi decisionali. Oggi infatti ci sono poche persone che hanno voce in capitolo , ma ascoltano poco il territorio in termini di amministratori locali, dirigenti locali e militanti storici. Un passaggio obbligato per ottenere maggiori consensi.
Voce dunque al territorio, ma quali devono essere le correzioni a livello di contenuti? Ritengo che oggi in Campania ci sia una tensione forte in tema etico tale per cui venga usato spesso mediaticamente dagli avversari come strumento di lotta politica. Noi dobbiamo avere il coraggio di dire in alcuni casi ad alcuni di fare un passo indietro per farne poi tanti in avanti, altrimenti c’è il rischio che il lavoro fatto venga dissolto.
Un’immagine negativa dunque da riscattare…
Certamente è questo il punto: in Campania abbiamo impiegato 20 anni per arrivare alla guida della Regione con Caldoro, ma è bastata poi una sola legislatura per tornare indietro e perdere.
Ci dice dunque di porre molta attenzione ai segnali che provengono dai territori e soprattutto occorre fare scelte mirate sui nomi.
Esattamente.. Un segnale come questo non deve invece essere trascurato . Infatti la sconfitta del centrodestra in Campania potrebbe avere peso nelle politiche anche se fa da contraltare ad una crescita evidente in altre zone. Questo perché il peso di una regione come la Campania in Parlamento è importante basti pensare che produce circa 50 deputati e 30 senatori.
Ciò significa che..
Occorre supportare proposte politiche nuove e vincenti con persone che devono dimostrare di essere preparate, altrimenti si rischia di soccombere contro un centrosinistra che, ad esempio, a Salerno con De Luca è molto forte.
Guardando piazze come Genova o Sesto San Giovanni, quale errore deve essere evitato in Campania per non soccombere alla sinistra?
Certamente fondamentale è l’unione con le altre forze politiche di centrodestra perché oggi non si può correre a briglie sciolte altrimenti la sconfitta è certa. Di conseguenza è fondamentale affrontare le tematiche nazionali con decisione come l’immigrazione perché ignorare il tema non è utile tantomeno vantaggioso dal momento che solo ieri a Salerno sono sbarcati altri 900 migranti.
Per concludere un auspicio e un monito alla vigilia degli Stati generali di lunedì prossimo…
Ritengo che il cambiamento e il rilancio non possa prescindere da alcuni elementi: dal ricambio generazionale a favore di giovani preparati, dall’Unione delle forze politiche di centrodestra, da un’attenzione all’etica  e da una partecipazione attiva sui territori.

FEDERICA BOSCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *