ANSA ULTIM'ORA

Milano – Sicurezza: Marrapodi (Lega): “ Via Padova e stazione Centrale necessario intervento”

febbraio 10th, 2018 | by redazione
Milano – Sicurezza: Marrapodi (Lega): “ Via Padova e stazione Centrale necessario intervento”
Nord Sud Ovest Est
0

Milano – Degrado e microcriminalità, due temi che stanno animando il dibattito politico a poche settimane dalle elezioni che vedranno Milano parte significativa della partita. Il centrodestra porta avanti con convinzione il suo progetto che prevede maggior misure di controllo, sicurezza e potenziamento delle forze dell’ordine. In particolare l’attenzione dei candidati si focalizza su alcune zone della metropoli lombarda, da Via Padova alla stazione Centrale come rimarca Pietro Marrapodi consigliere della Lega zona 3 e candidato alle regionali nella lista Fontana. “Via Padova ormai è una vera e propria terra di nessuno, una zona abbandonata a se stessa in cui può succedere davvero di tutto: aggressioni, accoltellamenti, regolamenti di conti.” – lancia un grido di allarme Pietro Marrapodi . –  L’ultimo episodio è soltanto di qualche giorno fa: tre cinesi hanno accoltellato un connazionale 19enne, quasi sicuramente per futili motivi. Non è un caso che l’episodio si sia verificato in quella zona della città: ormai i delinquenti hanno capito che in via Padova possono agire con la totale libertà, senza timore di essere individuati – rimarca Marrapodi –  Tra le promesse elettorali del sindaco Sala figurava anche la rigenerazione delle periferie e dei punti più critici della città, proprio come via Padova, ma a quasi due anni di distanza le sue promesse sono rimaste lettera morta. – prosegue – Per via Padova servirebbe un piano di grande respiro, una serie di controlli mirati che comprenda blitz improvvisi nelle zone più problematiche del quartiere. Soltanto in questo modo si potrà sperare di rigenerare l’intera zona”. Degrado e spaccio senza fine anche nella zona della stazione Centrale. “Nella prima settimana di febbraio, in prossimità della stazione, le persone fermate sono state ben sei. È davvero inammissibile che uno dei luoghi simbolo di Milano sia ammorbato dallo spaccio, dall’insicurezza, da un degrado senza fine. Per una zona così critica serve qualcosa di più incisivo, i blitz della polizia dovrebbero durare intere giornate, non solo qualche ora. Se non si agirà immediatamente con misure più incisive, il crimine e l’illegalità non saranno mai estirpati. Per Sala, Majorino è arrivato il momento di agire”.

LA REDAZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *