ANSA ULTIM'ORA

Mantova: Festival della letteratura cresce, ma l’editoria piange. Galimberti (Presidente OgL) “Devono pagare i monopolisti del web”

settembre 10th, 2018 | by redazione
Mantova: Festival della letteratura cresce, ma l’editoria piange. Galimberti (Presidente OgL) “Devono pagare i monopolisti del web”
Bar Italia
0

copertinaNumeri da capogiro, città invasa da lettori e autori eppure il mondo dell’editoria piange. E’ questo il paradosso della XXII edizione del Festival della Letteratura di Mantova che si è concluso ieri con un record di presenze, oltre le 120 mila della passata edizione, personaggi celebri, volti della tv e del teatro a raccontare opere, dialogare con scrittori affermati ed emergenti, il tutto in una cornice di festa.  Eppure il mercato langue, i giornali non si vendono più, i giornalisti sono sempre più precari o disoccupati e l’emorragia sembra essere senza fine. Di tutto questo si è parlato sabato pomeriggio in piazza Sordello in occasione della presentazione del libro “e-voluzione Donna”,  realizzato dall’Ordine dei giornalisti della Lombardia. L’opera corale, ideata dalla giornalista e consigliera Gegia Celotti e coordinata dal Presidente Alessandro Galimberti, ha visto la partecipazione di 20 autori e ha posto l’accento sul ruolo della donna nelle riviste femminili evidenziando come oggi a fare la differenza siano le community.  Proprio il presidente Galimberti durante il suo intervento ha ribadito il valore di  un segmento editoriale che, se pur nella difficoltà globale di un settore in profonda crisi, è riuscito più di altri a stare al passo coi tempi, a trovare un equilibrio tra carta stampata e web e a re-inventarsi un ruolo e un target di lettori più trasversale. Un segnale positivo dunque dalle donne e per le donne che oggi sono le principali lettrici di quotidiani, di libri e del web, ma per ridare ossigeno al settore non bastano le donne e tanto meno le riviste femminili, occorre molto altro e proprio Galimberti ha fatto un’analisi lucida e precisa sulle regole da cambiare per ridare vigore all’editoria. “Serve una legge che regolamenti il passaggio di notizie sul web – spiega Galimberti – a pagare non devono essere i lettori o gli editori, ma i grandi monopoli della rete (Google, Facebook e Amazon) che negli ultimi anni hanno diffuso gratuitamente contenuti giornalistici in rete senza pagare il diritto d’autore ai legittimi proprietari, questo ha accelerato il processo di abbandono della carta stampata a favore del web di una intera generazione, con conseguenze catastrofiche per l’editoria”.

pubblicoTutti i numeri del festival della letteratura. Confermato il trend della passata edizione: 62 mila biglietti staccati e circa 60 mila presenze stimate agli incontri gratuiti per un totale di oltre 122 mila partecipanti. La città di Mantova ancora una volta ha mantenuto la promessa andando anche oltre, arrivando a nuove zone della città come l’officina del Gas e il Cimitero Monumentale e realizzando per la prima volta un ambiente dedicato ai bambini lettori di oggi e di domani presso la casa del Mantegna. Anche il mondo del web non ha tradito le attese, infatti festivaletteratura.it ha ottenuto un 10 per cento in più di visualizzazioni rispetto al 2017 con oltre 130 mila visite sul sito e 700 mila pagine visualizzate. Sui social i numeri sono stati anche più importanti 200 mila utenti raggiunti con Facebook, oltre 60 mila interazioni con i post, 350 mila i like e 11 mila utenti raggiunti su Instagram, infine sono state oltre 500 mila le visualizzazioni dei tweet dell’account ufficiale.

FEDERICA BOSCO

.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *