ANSA ULTIM'ORA

Lisbona: luci, mercatini e l’albero più alto del mondo

dicembre 24th, 2017 | by redazione
Lisbona: luci, mercatini e l’albero più alto del  mondo
On the road
0
A Natale e Capodanno la capitale portoghese offre musica, dolci e tradizioni da scoprire. Infatti Lisbona non è solo una meta estiva, scenografica, accogliente e ricca di attrattive culturali, ma anche una città tutta da gustare ed esplorare durante i mesi invernali per le sue ricchezze enogastronomiche e per i suoi punti di forza: luce,piazze, monumenti, le passeggiate lungo il Tago e la simpatia dei suoi abitanti. Durante le vacanze di Natale poi la città si veste di luci e colori che si riflettono sulla pietra bianca di cui è lastricata e il centro storico si riempie di marcatini di Natale. A completare il quadro già di per sé suggestivo in Piazza Marques de Pombal viene eretto un gigantesco albero di Natale di 76 metri entrato nel Guinness dei Primati. Un altro albero di “appena” 30 metri è allestito nella grande Praça do Comércio, dove si tiene ogni anno la notte del 31 dicembre la festa di Capodanno che attira migliaia di locali e turisti con un grande spettacolo, prima di ammirare i fuochi d’artificio sul fiume Tago allo scoccare della mezzanotte. Il gusto per gli addobbi a Lisbona è tale che nella Basilica di Estrela si trova un Presepe a grandezza naturale e nel Parque Eduardo VII viene creato addirittura un villaggio di Natale per i bambini, con tanto di renne, bosco incantato, la neve, il Presepe, la casa di Babbo Natale…Suggestivi anche i mercatini di Natale, disseminati per tutta la città colmi di prodotti gastronomici e di artigianato locale, il più grande nel quartiere di Belém.
Lisbona è anche connubio di feste e tradizioni: la sera della Vigilia di Natale si celebra infatti  la festa della “consoada”: per ricordare le anime dei defunti e sentirli vicino, si aggiungono dei posti a tavola per loro. L’usanza vuole anche che si bruci nel camino il “cepo de Natal”, un pezzo di quercia, e che si spargano molliche di pane e semi di fronte al camino, come buon augurio di abbondanza. Mentre per la cena, il piatto tipico del Natale a Lisbona è il baccalà servito con patate, cavoli e frittelle di zucca. La cucina di Lisbona è rinomata per i dolci, e durante il Natale tira fuori il meglio con quelli caratteristici del periodo: il più famoso è il Bolo Rei, dai Re Magi, di forma sferica e ripieno di uva passa, noci e canditi, che nasconde una sorpresa (un piccolo oggetto, una moneta o un fagiolo), chi lo trova avrà il compito di fare il dolce l’anno prossimo; la Bola de Berlim è un bombolone fritto, pieno di crema pasticcera e cosparso di zucchero; mentre le Rabanadas sono fette di pane intinte nel latte o vino, nell’uovo, poi fritte e cosparse di zucchero e cannella.
Durante le festività natalizie in Portogallo una delle tradizioni più vive sono i concerti nelle chiese e nei teatri: Lisbona si riempie di musica e canti tradizionali; cori e orchestre risuonano in tutti i quartieri in un ricco calendario di appuntamenti.
                                                                                                                                                                                          FEDERICA BOSCO

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *