ANSA ULTIM'ORA

Effetto Parisi, la nuova Milano nella visione del Candidato Sindaco Stefano Parisi

maggio 7th, 2016 | by redazione
Effetto Parisi, la nuova Milano nella visione del Candidato Sindaco Stefano Parisi
A tu per tu
0

MILANO – Faccia pulita, postura elegante e sguardo diretto, potrebbe far trapelare una sensazione di rigore,  ma si sa l’abito non fa il monaco e soprattutto:  Stefano Parisi è tutt’altro è “smart”  per usare un termine moderno che possa racchiudere un po’ l’idea. Proviamo a conoscere meglio il personaggio, le sue idee e soprattutto la sua visione della Milano del domani. Parisi mi ha particolarmente colpito per la sua inventiva,   le  idee moderne  direi frizzanti e per la sua visione della Città, una Milano tenace, pulita e capace di sfruttare al massimo il suo Appeal di modernità,  di economia,  di stile e di  armonico progresso sempre un passo avanti ai tempi.  Ma partiamo dalle interviste che lo stesso rilascia usando i social network,  oggi nuovi e contemporanei contenitori diretti di idee e domande vere,  fatte da tutti in una sorta di democrazia partecipata.  Stefano Parisi con grande sinergia, parla dei temi che stanno a cuore ai cittadini,  si gestisce tra le richieste  dei più curiosi che variano dal polo expo ai campi rom, dal car sharing al potenziamento dei mezzi pubblici,  è  tutto un dare risposte che l’interlocutore  ascolta e sente facenti parte di un unico progetto, di unica visione che porta ad una reale emancipazione della Città,  proiettandola rapidamente in alto nella classifica delle Città Europee.

Ma,  facciamo un passo alla volta,  per farvi capire cosa intende fare PARISI partendo dall’area  Expo,  lo spazio che ha fatto da vetrina all’evento mondiale,  diventerà un polo tecnologico capace di ospitare ricercatori, progettisti e campus Universitari per essere un vero e proprio  laboratorio di idee e di progetti una nuova   “Silicon Valley” tanto per intenderci,  in stile Palo Alto  in California dove far convogliare studenti,  ricercatori Italiani e stranieri per realizzare e progettare il futuro.

Un’ idea molto ambiziosa,  piena di significati importanti,  ma allo stesso tempo diretta ed  alla portata di tutti,  analizzando come  Palo Alto  sia stata l’humus per giovani intraprendenti che hanno permesso il proliferare e la creazione di Start-Up; le stesse che  poi hanno dato vita ad esempio ai  social network come Facebook  e Linkedin, per citarne solo alcuni,   e società tipo HP produttore di pc e di hardware; o ancora Firewall che produce gli antivirus per Pc tipo Avg o Avast. Giovani, partiti dal niente,  lì hanno trovato e trovano tutt’ora le condizioni ideali per dare sostanza alle loro idee, dimostratesi con il tempo oltre che vincenti,  innovative. Di questo ci parla Stefano Parisi,  di una Milano capace di dare un opportunità per il futuro, ma che soprattutto annulli la fuga di cervelli a cui siamo abituati in Italia. Una visione di città che per progetti e per la sua natura innovatrice  sia il motore trainante di una visione moderna che si estenda a macchia d’olio in tutto il continente ed anche fuori confine.

Allora abbiamo chiesto a Stefano Parisi quale sia la sua ricetta per realizzare tutto questo e come intende farlo. La parola d’ordine è “semplificare” e “digitalizzare” partendo proprio dal Comune. Facendolo diventare una banca dati al servizio del Cittadino, che in maniera rapida diretta e trasparente, tramite il proprio account personale può controllare quanto spende di tasse o chiedere documentazioni, fare pagamenti e soprattutto interagire in maniera immediata e comodamente da casa propria,  evitando così file e tempo perso. Questo grazie alla realizzazione di un sito internet che sia una vera e propria piattaforma studiata in maniera da essere intuitiva e  veloce. In questo modo oltre a snellire le lungaggini burocratiche aumenta la trasparenza dei rapporti tra Cittadino e Pubblica Amministrazione. Questo però deve avvenire di pari passo con la “semplificazione” dei regolamenti comunali che devono essere meno ingarbugliati e più semplici nonché ferrei e che facilitino le attività economiche e rendano la vita più semplice ai cittadini. Insomma una città pensata a misura d’uomo moderno che faccia delle proprie potenziali qualità, benzina per i suoi cittadini. Questo è quello che si percepisce ascoltando Stefano Parisi. L’idea che  la città abbia bisogno di ricominciare a correre, ad essere la Milano che tutti si aspettano, lavorando su nuovi fronti e sfruttando le capacità dei nostri giovani,  ammalia tantissimi e dà nuovo slancio ai progetti tenuti nel cassetto da tanti. Io corro per Milano è lo slogan che segna la campagna elettorale di Stefano Parisi che oggi si presenta nelle vesti di coach per rimettere in forma una città assopita e stanca. La sensazione che si percepisce da spettatore, è che il gioco di squadra sia fondamentale.

Nei prossimi giorni conosceremo i protagonisti di questa campagna elettorale e seguiremo le iniziative. Il tempo del riscaldamento è finito ora si scende in campo.

                                                                                                                                                               ANTONIO NACHIRA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *