ANSA ULTIM'ORA

Arcore – Vertice centrodestra: Berlusconi, Salvini, Meloni intesa sul programma elettorale. Gelmini e Fontana possibili successori di Maroni.

gennaio 7th, 2018 | by redazione
Arcore – Vertice centrodestra: Berlusconi, Salvini, Meloni intesa sul programma elettorale. Gelmini e Fontana possibili successori di Maroni.
Bar Italia
0

ARCORE (MB) – Grandi manovre nel centrodestra. Al termine del vertice di Arcore tra Berlusconi, Salvini e Meloni sono state rese note le linee guida del programma elettorale mentre sono ancora attivi i lavori per definire possibile successore di Maroni in corsa per la poltrona della Lombardia qualora l’attuale governatore domani dovesse annunciare la sua ritirata per motivi personali. In attesa di conoscere la  scelta di Maroni, in pole position ci sarebbero Fontana e Gelmini . Se Silvio Berlusconi propende per Mariastella Gelmini,  la Lega sembra essere più orientata su l’ex sindaco di Varese, Attilio Fontana. Durante il vertice del centrodestra ad Arcore, Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni hanno affrontato dunque anche  il nodo delle regionali lombarde. La decisione è stata rimandata di almeno 24 ore, dal momento che non è stata ancora ufficializzata la rinuncia di Maroni che dovrebbe arrivare nella conferenza stampa di domani alle ore 12.  Nella nota congiunta diffusa dopo il vertice, si precisa che “se davvero il presidente Maroni per motivi personali non dovesse confermare la disponibilità alla sua candidatura, in Regione verrebbe scelto un profilo già noto. Berlusconi vorrebbe che fosse candidata l’ex ministro Gelmini, mentre la Lega avrebbe avanzato una rosa di candidati, tra cui Fontana, leghista moderato che in passato e’ stato anche presidente del Consiglio regionale lombardo. Il tutto è stato comunque rimandato a domani dopo la conferenza stampa di Roberto Maroni fissata alle ore 12, quando l’attuale governatore comunicherà le sue intenzioni in merito alla candidatura. Ufficialmente la sua scelta di rinunciare alla corsa sarebbe per motivi personali, ma c’è chi sostiene esserci un progetto di più grandi ambizioni per l’attuale governatore della Lombardia per il quale ci sarebbe una candidatura in Parlamento. In attesa dunque di conoscere le decisioni di Maroni, ad Arcore Berlusconi, Salvini e Maroni hanno  Tra i leghisti nessuno si pronuncia sulla scelta del governatore lombardo, che dovrebbe sciogliere la riserva nella conferenza stampa annunciata per domani alle 12. Maroni ha smentito nelle settimane scorse di essere interessato a una candidatura in Parlamento. Ma, secondo alcuni retroscena, una vittoria del centrodestra potrebbe riaprirgli la strada per eventuali importanti incarichi di governo fatto il  punto sul programma da presentare agli elettori. Meno tasse, meno burocrazia, meno vincoli dall’Europa, più aiuti a chi ha bisogno, più sicurezza per tutti, riforma della giustizia e giusto processo, revisione del sistema pensionistico cancellando gli effetti deleteri della Legge Fornero, realizzazione della flat tax, difesa delle aziende italiane e del Made in Italy, imponente piano di sostegno alla natalità, controllo dell’immigrazione: saranno questi i primi passi dell’azione di governo di Centrodestra che uscirà dalle politiche del prossimo 4 marzo.
Tra le priorità anche l’adeguamento delle pensioni minime a mille euro, il codice di difesa dei diritti delle donne e la revisione del sistema istituzionale col principio del federalismo e presidenzialismo. Oltre ai punti principali del programma del centrodestra è stata anche definita la coalizione a quattro tra Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e quarto Polo nel quale dovranno convergere nomi condivisi da tutti i leader dei tre principali partiti.  Al riguardo sarebbe stato definito  il ‘veto’ per figure come l’ex leghista Flavio Tosi e l’ex montiano Enrico Zanetti. Infine sono state definite due delegazioni comuni che si incontreranno il prossimo  9 gennaio per definire i dettagli del programma e dei collegi.

                                                                                                                                                                                                              FEDERICA BOSCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *