ANSA ULTIM'ORA

Voghera – Sportello Nazionale Amianto e Comitato NO inceneritore a Retorbido insieme per l’ambiente: 18 ottobre proiezione del film I Vajont

ottobre 6th, 2016 | by redazione
Voghera – Sportello Nazionale Amianto e Comitato NO inceneritore a Retorbido insieme per l’ambiente: 18 ottobre proiezione del film I Vajont
Italynchiesta
0

cattura-vajontVoghera – Il Coordinamento Nazionale Amianto, insieme a tutte le associazioni nazionali rappresentate dallo sportello nazionale amianto ha deciso di appoggiare e sostenere il comitato No inceneritore a Retorbido. Un sodalizio che vedrà la sua consacrazione martedì 18 ottobre in occasione di una serata organizzata a Voghera al teatro Arlecchino durante la quale oltre al dibattito si terrà la proiezione del film I Vajont di Maura Crudeli e Lucia Vastano.  “Condividiamo i valori del “COMITATO NO INCENERITORE A RETORBIDO” che vuole dire un secco NO a un altro scempio ambientale costruito senza sicurezza sulle spalle dei territori deturpati e sulla pelle dei cittadini – scrivono  i rappresentanti del comitato scientifico dello SPORTELLO NAZIONALE AMIANTO nella nota stampa  – ed apprezziamo l’immenso lavoro espressione di dignità, identità e senso civico per il territorio e per la vita, per questo,  dopo una attenta analisi delle problematiche riscontrate e poste alla nostra attenzione, abbiamo deciso di dare il nostro contributo ai valori di salvaguardia delle popolazioni, dell’ambiente e dei territori espressi dalle ragioni del NO Inceneritore a Retorbido, determinati a fermare la costruzione di questo “Pirogassificatore” oramai giudicato incompatibile con la gestione dei rifiuti trattati sia da sentenze della suprema corte di Cassazione sia da Sentenze del Consiglio di Stato. Riteniamo infatti essere espressione solo dello stupro aggravato e continuato del territorio che metterebbe probabilmente a rischio la salute dei cittadini – ribadiscono –   Non solo, ci risulta che nessuna precauzione in merito sia stata posta in essere dalle istituzioni, ci risulta altresì che nessuna valutazione di impatto sanitario sia stata condotta su un territorio già notevolmente “appesantito” da inopportune forse scellerate gestioni privatistiche ambientali perpetrate nel tempo. Abbiamo sentito perciò il dovere di dare il nostro contributo e abbiamo condiviso con il Comitato, che ci ha invitato ad una serata di riflessione e dibattito per dire NO, organizzata  al cinema Arlecchino di Voghera il 18 Ottobre 2016 di poter proiettare in quell’ occasione il film “I Vajont” che definisce il sottile ma devastante confine tra Politica, Territori , Rispetto , Giustizia e interesse privato che purtroppo molte volte in Italia ha disegnato scenari di morte a scapito solo dei cittadini e dei lavoratori e a salvaguardia di pochi incoscienti”.  Il film prodotto da “AIEA Associazione Italiana Esposti Amianto” e “Medicina Democratica” è diretto dalle registe Maura Crudeli e Lucia Vastano ed è già stato recentemente proiettato con “Sold Out” presso la Multisala Movie Planet del comune di San Martino Siccomario di Pavia .  “Vogliamo stare al fianco di questa importante presa di posizione fondata su valori sani e principi sensati che ancora una volta viene motivata da cittadini e associazioni contro un meccanismo sordo. – scrive ancora il comitato scientifico dello Sportello amianto –  Nutriamo la speranza che questa importante testimonianza che mettiamo a disposizione del compitato, racchiusa in un Film Doc premiato in Festival Internazionali firmato da Nomi importanti del Giornalismo d’ inchiesta Italiano possa toccare il sentimento non solo della gente ma anche si chiunque possa contribuire a fermare gli scempi ambientali ingiustificati a scapito della salute pubblica per il bene vero di tutti i nostri figli e non solo di pochi”.  Perciò SPORTELLO AMIANTO NAZIONALE  con COMITATO NO INCENERITORE A RETORBIDO  promuove lo  slogan Salviamo l’Oltrepò e invita a partecipare numerosi alla visione del Film Doc I Vajont, per osservare cosa l’uomo è in grado di fare contro se stesso e commentarlo insieme in un importante momento di condivisione e inchiesta”. Alla serata sarà presente anche  il Presidente Nazionale dello sportello Amianto e una delle due registe del film, Lucia Vastano, giornalista d’inchiesta dal 1982 nelle redazioni di Corriere della Sera, Boston Globe, inviata di guerra in Libano, Angola, Salvador, Cambogia, Bosnia,  Iraq e Afganistan che nell’arco della sua carriera ha conquistato un posto nel Gotha del giornalismo d’ inchiesta lavorando con colleghi del calibro di Oriana Fallaci e  intervistando numerosi personaggi della politica internazionale tra cui: Arafat (1983), Gorbachev (1986), Il Dalai Lama, Vandana Shiva (2010), Ted Kennedy (varie volte), Bill Clinton  (1992), Henry Kissinger, Rajiv Gandhi, Massud, Hamid Karzai, Arun Gandhi (varie volte) , essendo segnalata dal Dipartimento di Stato Americano come “Emerging Leader” nel giornalismo internazionale e guadagnando importanti riconoscimenti giornalistici in patria , vincendo il “Premio Saint Vincent” Nel 2005 , il “Premio Maria Grazia Cutulli nel 2003,  il “Premio Enzo Baldoni nel 2005” e il “Premio Comunicare i diritti umani” istituito dall’ UNESCO riservato agli inviati di guerra nel 2003, insieme a molti altri. “ con questo  Film e con la testimonianza di Lucia Vastano appoggiamo l’importante iniziativa del COMITATO NO INCENERITORE A RETORBIDO Salviamo L’Oltrepò – concludono i rappresentanti dello sportello amianto  –  e il grande lavoro che questa spontanea associazione di volontariato e di civismo sta combattendo e augurandoci che si possa registrare una grande affluenza di pubblico come tributo a questa combattiva organizzazione, per un momento dedicato a noi, ai nostri territori e alla libertà di decidere della nostra vita e del nostro futuro”.

marco-dapiaggi

Marco Dapiaggi portavoce del Comitato No inceneritore a Retorbido

Grande soddisfazione tra le file del Comitato NO inceneritore a Retorbido dove il portavoce Marco Dapiaggi ha commentato “ da due anni operiamo per la difesa del territorio facendo una opposizione funzionale nell’aspetto tecnico e territoriale contro l’impianto di Pirolisi che dovrebbe sorgere a Retorbido – spiega Dapiaggi – con lo Sportello Amianto abbiamo instaurato un dialogo proficuo, abbiamo collaborato nella realizzazione di appuntamenti per stimolare l’opinione pubblica alla tutela del territorio che hanno generato una partecipazione di 4000 e 8000 persone, oltre ad aver raccolto oltre 21 mila firme. Nei prossimi mesi, dopo la serata organizzata a Voghera con la proiezione del film i Vajont e il dibattito sull’ambiente, lavoreremo insieme per la tutela del territorio contro i fanghi, le discariche di amianto e l’impianto di Pirolisi. Obiettivo è riuscire a portare Regione Lombardia a rigettare tutti quei progetti che porterebbero ad essere il nostro territorio la pattumiera d’Italia”. Il Comitato NO Inceneritore a Retorbido e lo Sportello Nazionale Amianto insieme promettono con forza ancora maggiore di dare battaglia  per la salvaguardia del territorio.

                                                                                                                                                                                                     FEDERICA BOSCO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *