ANSA ULTIM'ORA

Udine – Ambiente: protestano i residenti delle valli del Natisone. Sibau (Ar) “La Regione pulisca i sentieri dell’alta Val Judrio”

maggio 19th, 2017 | by redazione
Udine – Ambiente: protestano i residenti delle valli del Natisone. Sibau (Ar) “La Regione pulisca i sentieri dell’alta Val Judrio”
Nord Sud Ovest Est
0
CONSIGLIERE SIBAU

Giuseppe Sibau consigliere regionale autonomia responsabile

Udine: Strade pulite nel rispetto dell’ambiente. La richiesta arriva puntuale dagli abitanti delle Valli del Natisone che in diverse occasioni hanno denunciato abbandono e degrado per un territorio che merita la massima attenzione“Pieno sostegno alla richiesta effettuata dai Comuni di Stregna, Grimacco, Drenchia e Prepotto alla Regione per la manutenzione delle piste forestali dell’alta Val Judrio”. Il messaggio arriva dal consigliere regionale di Autonomia Responsabile, Giuseppe Sibau, il quale prosegue: “Reputo questa segnalazione dei primi cittadini particolarmente importante e me ne farò portavoce con l’assessore regionale competente, Sara Vito. Aggiungo che anche gli altri Comuni delle Valli rivendicano la necessità di fondi regionali per la pulizia dei sentieri, al fine di favorire le escursioni dei turisti attraverso questo territorio incontaminato. Sarà opportuno, oltre alla pulizia di questi ultimi, informare e segnalare i percorsi che verranno resi agibili. Un intervento necessario per sostenere un territorio spesso dimenticato dalla politica, ma che ha profondo bisogno di valorizzare le proprie peculiarità, soprattutto dal punto di vista turistico, in particolare all’inizio della stagione estiva. Questi interventi relativi alle vie d’accesso risultano prioritari anche per la fruizione da parte degli aventi diritto sui fondi agricoli e per chi pratica attività venatoria”, conclude Sibau.

                                                                                                                                                                                                                                        LA REDAZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *