ANSA ULTIM'ORA

Pavia – Degrado ed incuria al cimitero: calcinacci, vetri rotti ed escrementi.

novembre 11th, 2016 | by redazione
Pavia – Degrado ed incuria al cimitero: calcinacci, vetri rotti ed escrementi.
Nord Sud Ovest Est
0

ciitero-3index9PAVIA – C’è sgomento ed indignazione oltre che rabbia tra i cittadini di Pavia per le condizioni in cui versa il cimitero monumentale. Una nostra lettrice questa mattina ci ha fatto un reportage fotografico che pubblichiamo e che evidenzia la situazione di degrado che imperversa tra le tombe del cimitero di Pavia. “in particolare – spiega Cristina – sono in condizioni di assoluto abbandono la corsia di Ponente e le zone dei sotterranei dove sono stati ritrovati escrementi di animali oltre che calcinacci caduti, vetri rotti e tombe aperte. Appena ho avuto modo di vedere lo stato di incuria in cui versa il cimitero – prosegue – mi sono recata presso gli uffici cimiteriali dove mi  è stato detto di presentare una lettera di reclamo.

index7cimitero-2Purtroppo la situazione riscontrata nel corridoio di Ponente  – rimarca Cristina – è visibile anche in altre zone del cimitero, in particolare nei sotterranei dove al degrado e alla mancanza di pulizia si aggiungono problemi strutturali con calcinacci che cadono dal soffitto, pareti scrostrate, tombe aperte e inflitrazioni d’acqua. Tutto sotto gli occhi dei pavesi che ogni giorno si recano al cimitero monumentale per far visita ai propri cari. Per me andare a portare un fiore ai miei genitori rappresenta un momento di preghiera e di raccoglimento, vorrei trovare  un ambiente idoneo, non una lattrina a cielo aperto”.

Raccolte le lamentele di Cristina, abbiamo posto il problema all’attenzione dell’assessore ai lavori pubblici Fabio Castagna: “Abbiamo appena portato a termine 200 mila euro di lavori che sono stati fatti nella zona della chiesetta, nella parte più antica della struttura, che serve a risolvere proprio il problema delle infiltrazioni in una parte del cimitero, dove sono state sostituite guaine e sottostante. Contestualmente abbiamo sistemato i bagni nella zona dell’ingresso principale. In ogni caso a fronte di una situazione di degrado protratta nel tempo, ogni anno abbiamo deciso di destinare una somma dell’ordine dei 200 mila euro circa per la messa in sicurezza del cimitero“.  In tema di pulizia e degrado  la parola passa all’assessore di competenza, Giuliano Ruffinazzi, che puntualizza “la gestione quotidiana  spetta agli uffici cimiteriali, il problema è che il cimitero dovrebbe essere un luogo dove la gente va a pregare e non a compiere atti vandalici o a sporcare, ma dove non arriva l’educazione dei cittadini cerca di sopperire il personale degli uffici cimiteriali, non senza qualche difficoltà dal momento che le ore di apertura sono tante e il territorio molto vasto. Per quanto riguarda le tombe, purtroppo ci sono strutture abbandonate da anni, le famiglie non se ne occupano più, magari sono anche estinte, e rappresentano dunque un problema a livello di gestione  per gli uffici, essendo  di proprietà privata. Dinnanzi alle lamentele dei cittadini per la questione pulizia chiederò maggiore attenzione al personale addetto”.

                                                                                                                                                                                          FEDERICA  BOSCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *