ANSA ULTIM'ORA

Milano – Sicurezza: 650 reati ogni giorno. Maullu (Fi) “Dati allarmanti, serve una reazione del Comune”

ottobre 10th, 2017 | by redazione
Milano – Sicurezza: 650 reati ogni giorno. Maullu (Fi) “Dati allarmanti, serve una reazione del Comune”
Italynchiesta
0
maullu

Stefano Maullu europarlamentare di Forza Italia

Milano – Militari nei luoghi strategici e controlli a ripetizione. Questi i primi rimedi da adottare secondo Stefano Maullu europarlamentare di Forza Italia, per contrastare la crescente criminalità che ha spinto il capoluogo lombardo ai vertici della classifica delle città più pericolose d’Italia. Con 7376 delitti ogni 100 abitanti è infatti di Milano il primato della città italiana in cui si commettono più reati. Un record che per l’europarlamentare richiede un intervento urgente. “È davvero sgradevole constatare che la nostra città si trovi in testa a una classifica di questo genere: – analizza –  da questo momento in avanti occorre rivoluzionare l’intero sistema della sicurezza, perché evidentemente c’è qualcosa che non va. Si potrebbe iniziare programmando una serie di controlli a tappeto da eseguire almeno una volta alla settimana nelle aree più problematiche, in modo tale da contrastare una pur minima parte dell’illegalità che ammorba Milano. Sarebbe utile anche ricorrere all’impiego dei militari: la loro presenza costituisce un deterrente naturale, e potrà rivelarsi di grande utilità soprattutto in prossimità delle stazioni ferroviarie e nei luoghi più affollati”. Conti alla mano sono circa 650 i reati che vengono commessi ogni giorno nella metropoli lombarda. “Davanti a questi dati, l’obiettivo di ogni amministrazione dovrebbe essere rappresentato dal risanamento della città, da una rigenerazione del tessuto sociale e urbano: – conclude Maullu – mi auguro che la giunta di Sala agisca in questo modo, perché non c’è un minuto da perdere”.

                                                                                                                                                                      FEDERICA BOSCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *