ANSA ULTIM'ORA

Milano – Elettricità: consumi medi più cari d’Europa, ma risparmiare si può. Alcuni utili consigli.

ottobre 6th, 2017 | by redazione
Milano – Elettricità: consumi medi più cari d’Europa, ma risparmiare si può. Alcuni utili consigli.
Italynchiesta
0

Milano – Le bollette elettriche degli italiani al microscopio. L’Unione nazionale consumatori, infatti, dando uno sguardo ai dati forniti nei giorni scorsi dall’Autorità per l’energia nella sua relazione annuale,  ha evidenziato una doppia lettura delle bollette delle famiglie degli italiani. Nel 2016, infatti,  i prezzi dell’energia elettrica per i consumatori domestici italiani si confermavano inferiori ai prezzi nell’Area euro per le prime due classi di consumo, ossia fino a 2.500 kWh/anno, mentre è risultato tra i più cari d’Europa se si fa riferimento alle fasce medie. In sostanza chi consuma  poco paga meno della media europea, chi invece alza di appena qualche kwh il consumo si trova a pagare bollette più care delle altre famiglie europee. “Il problema è che il consumo medio di una famiglia tipo è pari a 2.700 kWh all’anno e, per questa fascia, i prezzi sono decisamente superiori rispetto a quelli medi dell’Area Euro – afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori – Insomma, in Italia continuiamo a pagare la luce ed il gas a caro prezzo, anche per colpa delle imposte sull’energia, che sulla bolletta del gas incidono per il 38,88%, mentre per la luce, tra imposte ed oneri di sistema, gravano per il 32,17%, decisamente troppo, considerato che ancora oggi paghiamo oneri per la messa in sicurezza del nucleare” conclude Dona.

Eppure risparmiare sul consumo di elettricità si può, è sufficiente abbassare l’asticella dei kwh per rientrare nella fascia fino a 2500 kwh l’anno, che significa essere nella categoria meno cara d’Europa. Come fare? Sono sufficienti alcuni semplici accorgimenti e variare le abitudini quotidiane, anche perché risparmiare elettricità in casa non solo è possibile, ma fa bene all’ambiente e all’economia domestica. I sostenitori della green economy hanno stilato un vademecum di consigli da seguire per ottenere il duplice vantaggio: di risparmiare e tutelare l’ambiente.

Il punto di partenza è di sostituire le lampadine tradizionali con quelle a tecnologia Led, inoltre è possibile ipotizzare anche l’installazione di un piccolo impianto fotovoltaico ad uso domestico  non solo per ridurre i consumi, ma anche produrre elettricità da vendere. Un altro punto focale è il consumo di acqua calda per doccia e lavaggio biancheria che, se gestito con intelligenza, permette di farne un uso corretto e risparmiare. Un discorso analogo riguarda il termostato dello scaldabagno e se possibile sarebbe opportuno sostituire gli elettrodomesti elettrici  come caldaie e boiler con quelli a gas. Un altro accorgimento prezioso è l’installazione di un timer per ottimizzare i consumi, mentre è opportuno far raffreddare il cibo all’aperto prima di metterlo in freezer o frigorifero, così come aprire il frigorifero meno volte possibile. E per finire sarebbe necessario isolare al meglio gli infissi e chiudere le persiane nelle giornate troppo soleggiate.

                                                                                                                                                      FEDERICA BOSCO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *